• Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club
  • Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club

Intervista ad Andrea Panteghini - Kaotik Custom Tuning Club

Ciao Andrea, come è cominciata la tua passione per il tuning?

La mia passione per il tuning è cominciata quando avevo solo 13 anni quando ho conosciuto il ragazzo di mia cugina, che frequentava questo mondo. Possedeva una macchina leggermente modificata e montava un potente impianto stereo. Nel momento che sono salito per la prima volta su quell'auto, ha acceso l'impianto e mi ha portato al mio primo raduno, è stato amore a prima vista. Non avendo la patente, ho continuato ad interessarmi a questa fantastica passione attraverso i moltissimi giornali comprati e frequentando i raduni che organizzavano nella mia zona. Giunto finalmente il momento dei 18 anni, mi ero già procurato il mio primo impianto stereo, che sono andato subito a montare il giorno stesso che ho preso la patente. Da qui sono cominciate tutte le modifiche alla mia Grande Punto, tutte leggere vista la mia giovane età e la poca possibilità monetaria, dato che andavo a scuola fino all'anno scorso. Nonostante tutto, sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti finora con quel poco che potevo permettermi, ed ora che ho cominciato a lavorare cercherò di portare avanti ancor di più la mia passione e realizzare il mio sogno.

Cos'è il tuning, per te?

Per me il tuning è una passione fantastica che unisce persone da tutto il mondo. Ci sono tantissimi stili diversi, che ognuno coltiva a suo piacimento, ma alla fine il vero scopo non è battersi tra di noi per avere la macchina migliore o per vincere una coppa. La vera ragione è che abbiamo modificato l'auto in base ai nostri gusti e montando pezzi che a noi fanno impazzire, e quindi tutte le volte che la vediamo o saliamo a bordo ci sentiamo fieri di possederla e poter dire 'questa auto è MIA'. Inoltre abbiamo la possibilità di conoscere nuovi amici con cui trascorrere tempo anche al di fuori dei raduni e scambiarci idee che possono aiutarci sempre più a migliorare di volta in volta le nostre car.

Preferisci il fai da te o la carrozzeria specializzata?

All'inizio ero partito con tuning fai da te ma purtroppo vista la mia scarsa manualità non ero molto soddisfatto del risultato. Piano piano mi sono affidato ad una carrozzeria specializzata, la Carrozzeria Laini e la mano si è vista fin da subito, grazie alla loro esperienza nel tuning di gran lunga migliore della mia. Sono anni che lavorano in questo settore e il loro 'occhio' per queste cose gli permette di progettare modifiche che all'inizio ti fanno restare perplesso, ma una volta realizzate sull'auto ti fan restare incredulo. Con i loro suggerimenti e i piccoli interventi ai particolari (La scelta del colore fucsia che ha contraddistinto la mia auto) sono riusciti a rendere unico il mio mezzo. Quindi non posso fare altro che rispondere 'carrozzeria specializzata' alla tua domanda. Devo dire grazie a loro se sono riuscito a portare la mia Grande Punto fino a qui e sperando che il prossimo anno mi porti tante altre soddisfazioni.

Tuning e leggi italiane: possono andare d'accordo?

In questo momento c'è troppa confusione nelle leggi italiane sul tuning. Per esempio, ad un nostro amico è capitato che dopo anni che lo fermavano e non han mai fatto storie per le sue modifiche, una sera è stato fermato da una pattuglia che non ha voluto sentire ragioni e gli ha ritirato il libretto. Questa è una cosa inaccettabile: non si può girare per le strade ed avere paura di trovare al prossimo bivio un posto di blocco che vada a cercare il pelo nell'uovo per ritirarci il frutto di tutti i nostri sacrifici. Lo stato si deve svegliare a fare una regolamentazione su questo settore come d'altronde esiste già all'estero. Ogni modifica effettuata si paga e viene omologata da libretto. Al posto di sbattersene, lo stato dovrebbe capire che questo settore sarebbe un buon mercato. Quanti tuners pagherebbero per omologare le modifiche effettuate sul loro mezzo, pur di non avere problemi con le forze dell'ordine? O ancora quanta gente pagherebbe per montare una misura maggiorata di cerchi in lega? Basta fare un semplice calcolo e ci si renderebbe conto di quanti soldi potrebbero entrare nelle casse dello Stato!

Come sei entrato nel tuo club?

In questo momento faccio parte del Kaotik Custom Tuning Club, a cui mi sono iscritto da poco. Ci sono entrato piano piano grazie alla mia amicizia con la Carrozzeria Laini, di cui uno dei fratelli è presidente, e alla mia manualità con i computer: occupandomi del sito del club mi sono guadagnato l'iscrizione ufficiale. C'è da ricordare però anche il Team Bass con cui sono cresciuto e mi ha lanciato in questo mondo. Qui ho fatto tutti i miei impianti fino ad ora e li farò anche in futuro. Grazie ad esso ho anche conosciuto tutti i miei migliori amici. Non è un club dove c'è bisogno di tessera o iscrizione ma è libero e quindi continuerò a frequentarlo e farne parte.

Qual è l'appuntamento più importante per te?

Senza dubbio il My Special Car Show di Rimini è l'appuntamento più importante d'Italia ma questo si sapeva già. D'altronde per un appassionato trovarsi a visitare una fiera con più di 2.000 auto modificate da tutta Italia non può essere altrimenti. Altro appuntamento importante per me sono i raduni che organizzo con i miei amici ed il mio club, tra cui i più importanti il 'New Run Tuning Day' ed il 'Montecampione Tuning Show'. Dopo tanti sforzi per realizzare l'evento quando arriva il giorno tanto atteso e vedere le macchine arrivare per te è una gran bella soddisfazione.

Quale particolare della tua auto ti rende particolarmente orgoglioso?
Diciamo che non vi è un particolare, tutto l'insieme della mia macchina mi rende orgoglioso. Dai cerchi in lega ai fari ecc. Se proprio dovessi menzionare qualcosa, sarebbe il bra sul cofano che ho realizzato personalmente. Si sa, le cose fatte artigianalmente e con passione una volta montate danno sempre quel pizzico di soddisfazione in più.

Scheda tecnica dell'auto di Andrea

Modello:
Fiat Grande Punto 1.3 Multijet 75 cv Active

Meccanica & Motore:
Assetto regolabile a ghiera V-maxx
Verniciatura pinze freno di nero

Cerchi in lega e Gomme:
Cerchi in lega Rh Zw1 scomponibili 2 pezzi 8x17 et 60 verniciati fucsia
Distanziali adattatori da 4x100 a 5x112 di 2,5 cm
Gomme Nankang Ns2 205/45/17

Estetica Esterna:
Allungamento cofano artigianale
Lisciatura portellone da scritte, logo fiat e tergicristallo
Fari anteriori Angel Eyes modificati artigianalmente
Fari posteriori originali verniciati fucsia
Mascherina anteriore no logo
Spoiler Lester modello sport
Oscuramento 3° stop, frecce laterali e luci retronebbia e retromarcia
Oscuramento vetri posteriori
Antenna corta Simoni Racing
Car Bra sul cofano realizzato artigianalmente con stoffa fucsia modello burberry

Estetica interna:
Pomello Lampa
Porta assicurazione lrx sport

Impianto stereo:
Sorgente: Alpine 9880r
Tweeter: Digital Designs
Woofer: 16,5 Digital Designs
Amplificatori: nr.1 Sinus Live e nr.1 Digital Designs Z2
Subwoofer: nr.1 Digital Designs del 30 serie 9512g
Batterie: nr.2 Power Cell 4000 tuning